Village de Meneham

Ci sono luoghi bizzarri dove vivere e direi che questo può essere aggiunto alla lista. Costruito intorno alla seconda metà del 1700 il piccolo villaggio dalle basse casette di paglia era uno dei corpi di guardia disseminati lungo la costa del litorale bretone. Successivamente utilizzato come dogana divenne infine dimora di pescatori, raccoglitori di alghe … Continue Reading

Abel Tasman National Park

A soli 18.502 km da casa, chilometri che possono essere fatti comodamente con un viaggio aereo di 35 ore, c’è il parco nazionale Abel Tasman, uno dei luoghi da non perdere nell’isola del Sud della Nuova Zelanda. Un piccolo traghetto ci porta a nord del parco dove si trova un percorso Trek panoramico molto suggestivo. … Continue Reading

Château de Villandry

“Cosa dice il cartellino?” “Giovane serva, olio su tela” “A me non sembra tanto giovane!” “Avranno sbagliato cartellino” “O avranno sbagliato quadro” Faccio qualche passo oscillando avanti e indietro come fa chi di quadri se ne intende (pare che muovendosi come un camaleonte  si riescono a cogliere molti più dettagli). “Porco boia vieni a vedere … Continue Reading

Carnac

“Svolta a destra alla prossima” “Possibile non ci sia nemmeno un’indicazione?” “Io non l’ho vista, ma dovremmo essere arrivati” “Sì anche secondo me siamo vicini” “Ferma ferma ferma!” L’auto si blocca in mezzo di strada convergendo leggermente a destra con un’inchiodata talmente improvvisa da far stridere le gomme, nemmeno Herbie il maggiolino tutto matto avrebbe … Continue Reading

Giverny : a casa di Monet

I dipinti di Monet? Di una noia mortale! Se me lo avesse chiesto qualcuno avrei risposto così. Le ninfee. Gli iris. Ancora le ninfee. I papaveri. I girasoli. Di nuovo le ninfee. Ora, è vero che la Natura è meravigliosa, ma guardare ogni tanto più in là del laghetto no?! Poi ho visitato casa sua… … Continue Reading

Griffith Park

Il colonnello Griffith non solo ebbe dei genitori con una scarsissima inventiva, infatti chiamarono il figlio Griffith, quindi il colonnello si chiamava Griffith Griffith (che è quasi peggio di Benvenuta Vacca o di Felice Limonta) ma ebbe, anche una gran fortuna nella sua vita. Emigrato dalla Scozia, grazie a una proficua caccia all’oro, riuscì a … Continue Reading

Vallombrosa

Io detesto il caldo. Se hai freddo ti puoi coprire fin quando non ti passa, se hai caldo che fai? Non puoi mica chiamare Buffalo Bill per farti sbucciare come un kiwi maturo. In estate, ogni giorno, milioni di migliaia di gocce di sudore mi scivolano sul corpo, impregnano i miei vestiti e rendono i … Continue Reading

Castel Meur

Questa piccola casa in pietra è come un diamante incastonato tra le rocce. Una bellezza rara, semplicemente straordinaria. In una delle zone più romantiche della costa, dove ville dalle diverse dimensioni si nascondono tra le chiome di alti arbusti e alberi secolari, Castel Meur ci aspetta lì, immobile, con un piede nell’acqua e uno sulla … Continue Reading

Arashiyama

Che delusione. Sono già arrivata alla fine della “foresta” e sto tornando indietro con la testa china e il broncio da lattante. Porca miseria saranno si e no quattrocento metri di sentiero. Per giunta cammini cercando di scansare gli obbietti fotografici, facendo attenzione a non pestare piedi e a non urtare spalle. Uno dei luoghi … Continue Reading

Pont-Aven

Paul Gauguin alla fine del 1800 lo scelse come rifugio d’ispirazione. Come dargli torto, è un piccolo borgo immerso nel verde, con un corso d’acqua che lo attraversa muovendosi rapido tra le pale dei mulini. Qui fondò una scuola di pittura e con cavalletto, tela bianca e pennelli, passeggiava lungo le sponde del fiume insieme … Continue Reading