Coronado Island

Sorrido a tutti gli uomini di età compresa tra i trenta e i quarantacinque anni. Hai visto mai che qualcuno ci casca mi invita a cena e poi, dopo un paio d’ore di grasse risate, capisce che sono maledettamente simpatica e decide di tenermi qui con sé, in questo luogo incredibilmente bello, per sempre!  Aspiro … Continue Reading

Kinkaku-ji

Il tempio del padiglione d’oro è un vero gioiellino. Bruciato più volte nel corso della storia, oggi risplende di luce propria e, vanitoso come una modella al primo servizio fotografico, si specchia nel lago come a voler controllare che la sua bellezza non svanisca all’improvviso. Quello che amo dei giardini giapponesi è la morbida simmetria; … Continue Reading

San Diego

San Diego è bizzarra. I suoi grattacieli argento si specchiano in mare e le palme alte e verdi, come eleganti sentinelle, controllano dall’alto la vibrante vita di questa città. Passeggiare per queste strade mi da emozioni contrastanti, un secondo mi sento piccola piccola sotto a 60 piani di edificio e l’attimo dopo  mi sento libera … Continue Reading

Santuario della Madonna di San Luca

Da qualche tempo mi era venuta in mente la malsana idea di cimentarmi nella salita del portico di San Luca. Pare sia il più lungo d’Europa composto da 666 arcate (certo per la Madonna ne potevano costruire anche uno in più già che ci si trovavano) e 489 scalini (non li ho contati, a dire … Continue Reading

Le Cozze di Havelock

La nave finalmente approda sulle coste dell’isola del Sud. Scrivo ‘finalmente’ perché non sono un vero e proprio lupo di mare. Durante la traversata dall’isola del Nord ho provato a sconfiggere la nausea dormendo, guardando un film, ascoltando della musica, passeggiando, fumando una sigaretta, masticando delle gomme e ingurgitando un chilo di cibo alternando il … Continue Reading

Takayama

C’è un posto del Giappone che ho amato particolarmente. Una piccola cittadina piena di colori, silenziosa, cullata dallo sciabordio dell’acqua del fiume e dallo sfrigolio delle foglie che s’ incontrano.  Una realtà assolutamente a  misura d’uomo. Il silenzio del mattino, la sicurezza delle strade di notte, le casette basse in legno e il Miyagawa che … Continue Reading

La Certosa di Firenze

Ho sempre immaginato i preti di clausura come persone tristi. Uomini bassi, un po’ ricurvi, adombrati. Probabilmente persino un po’ folli nella loro solitudine.  Forse parlavano da soli nell’oscurità della loro piccola cella spoglia, cercavano compagnia rifugiandosi nel suono della loro stessa voce; la loro vista era messa a dura prova dal tremolio della luce … Continue Reading

Hollywood Walk of Fame

I due marciapiedi più famosi del mondo. Parcheggio poco distante e mi avvicino con l’entusiasmo nel cuore e un passo così felpato da fare invidia a Lupin. “Non ho l’abito lungo, mi faranno passare lo stesso?” penso mentre mi sistemo la camicia nei jeans. “E i tacchi?!” Guardo in basso e noto che la scarpa … Continue Reading

Yaroslavl

Prendo un battello per scivolare indisturbata sul Volga. La giornata di sole me lo permette rendendo gradevole l’escursione. Il tour sul fiume mi consente di vedere la città da un’altra prospettiva ed è come star seduti davanti ad una finestra sul mondo. La barca si allontana sempre di più dal centro. Si vedono in lontananza … Continue Reading

Città del Vaticano

Non sono riuscita a trovare nemmeno un maritozzo con la panna. Ma andiamo! Come dire che vado a Napoli e nessun bar ha le sfogliatelle. Cammino a testa ingiù con il broncio e le braccia ciondoloni che sobbalzano controvoglia avanti e indietro. Ci sono un sacco di piccoli oggetti incastrati tra i sanpietrini: un centesimo … Continue Reading