La Citadelle de Québec si trova a Québec City, in Quebéc. Non credo esista un altro posto al mondo per cui debbano essere utilizzate così tante ripetizioni per poter essere collocato geograficamente.

Situata nel cuore della città, la Cittadella è patrimonio UNESCO dal 1985, ospita una caserma per le forze armate canadesi; è la seconda residenza ufficiale in terra canadese di S.M. Regina Elisabetta II e, ovviamente, del Governatore in carica che qui soggiorna nei mesi estivi. (La principale residenza è Rideau Hall a Ottawa)

Ogni giorno nella piazza d’armi di questa estesa fortezza a forma di stella, è possibile assistere al cambio della guardia effettuato in maniera rigorosa e con una cerimonia piuttosto lunga. Si danno il cambio i soldati disposti in plotoni che marciano accompagnati dalla suggestiva musica suonata dalle bande militari. Nonostante ci sia molto da vedere e per il quale restare a bocca aperta, c’è qualcosa che catalizza l’attenzione di tutti gli spettatori: l’ingresso di una capra. L’animale dalle lunghe corna è, niente po’ po’ di meno che, la mascotte ufficiale del 22° Reggimento Reale di fanteria.

Mascotte: parola coniata nella seconda metà del 1800 che deriva da masco cioè strega. Il termine è perciò intuibile, viene associato a tutti quegli oggetti che si è tenuti a pensare possano portare fortuna, quelli…come dire?…magici. Ogni azienda che si rispetti, o squadra sportiva o battaglione militare, ne ha una, proprio come dimostra un bellissimo video dell’Istituto Luce datato 1948: “Ritorno a casa: una capra mascotte congedata“. In poco più di un minuto viene descritto l’ultimo giorno della carriera di un capro come mascotte dell’esercito inglese, per il quale viene festeggiato il congedo con tutti gli onori del caso. Se ancora la cosa vi sembra strana, basta pensare che fu proprio la Regina Elisabetta II a regalare la prima capra al 22° Reggimento e da quel momento vari esemplari si sono succeduti con onore.

L’animale sfila davanti a me con un andatura impeccabile, coperto dal suo mantello blu sui cui lati campeggia il ricamo dello stemma del Reggimento; le sue corna color oro sono lucenti e ad ogni passo il lungo pelo bianco liscio ondeggia dimostrando un’apparente morbidezza.

A conclusione della cerimonia, la capra da vera star, resta vicino alla nuova guardia montante a disposizione dei tanti visitatori che vogliono ammirarla più da vicino e farla comparire in qualche selfie ricordo.

 

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *