Autore : Alastair Bonnett

Incredibile.

Non posso che iniziare con questo aggettivo. Ma incredibile non è solo questo libro, è anche l’ignoranza che dimostro di avere ogni volta che, concludendo un capitolo, mi dico “e chi diamine la conosceva questa storia?!”. Infatti, in questo voluminoso testo, non troverete vere mappe o luoghi turistici da visitare, bensì realtà talmente particolari ed assurde che vi faranno rimanere a bocca aperta. Letteralmente.

Se avete conservato il prezioso ed infantile spirito entusiasta, quello che vi permette di immaginare che ci sia un fortino sotto le lenzuola stese tra il divano e la libreria, allora adorerete questa lettura.

Sono tutte storie vere, fatti realmente accaduti, luoghi esistenti e, in alcuni casi, posti che l’autore stesso ha visitato per poterli descrivere al meglio. É solo che…. sono luoghi ‘diversi’ ai quali non siamo abituati, di cui nessuno ci ha mai parlato, che ci sono stati nascosti o che semplicemente abbiamo ignorato.

Per darvi un’idea: isole che fino a dieci anni fa comparivano su tutte le carte nautiche e persino su google ma che in realtà non sono mai esistite; luoghi che invece esistono ma che sono oscurati o cancellati dalle mappe; villaggi che vengono rase al suolo ogni volta che vengono ricostruite; finte città con grattacieli, luci, musica, negozi e cartelloni pubblicitari nelle quali in realtà non vive nessuno. Isole di pietra pomice estese chilometri e isole di ghiaccio galleggianti abitate; piattaforme in mezzo al mare che diventano regni indipendenti e deserti di nessuno che vengono rivendicati da semplici turisti.

Vivreste in città sotterranee che raggiungono in profondità di circa otto piani sotto il suolo? Oppure su navi così grandi che non vengono riconosciute come imbarcazioni ma come abitazioni e residenze a tutti gli effetti?

Riuscireste a vivere in un cimitero o nel parcheggio di un aeroporto?

Ci sono luoghi nel mondo dove gli spazi più assurdi e le comunità più particolari si sviluppano laddove nessuno di noi avrebbe mai pensato fosse possibile. Frontiere che si spostano e laghi che scompaiono, monasteri che non ammettono il gentil sesso  (ne donne ne animali femmine) ed isole popolate da tribù che non hanno mai avuto alcun contatto con la modernità.

Ci sono anche città italiane che sicuramente non ci fanno onore, ma sempre meglio che vivere sull’isola senza elettricità che di notte scompare, o in uno spazio residuale.

Un libro che con intelligenza e carattere analizza la geopolitica, la psicogeografia, la geomanzia moderna e le realtà utopiche, presentandoci il mondo come non lo avevamo mai visto prima.

Nessuno Stato viene tralasciato, ogni angolo della Terra ha una storia particolare da raccontare, certe volte tragica, drammatica, ripugnante e altre volte goliardica, stravagante e generosa. Sta a noi imparare dagli errori e glorificare le grandi imprese.

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *