Russia

Russia. Le notti che non arrivano mai. Con quel cielo azzurro chiaro che ti accompagna 24h. La pulizia impeccabile delle strade, delle metropolitane e dei giardini. La mancanza di sorriso, persino i bambini ti fissano con aria severa e girano lo sguardo. L’assenza di tatto nella gestualità e la durezza assoluta del tono di voce. … Continue Reading

USCITE DI SCENA IN GRANDE STILE

In fila al bar per pagare una stramaledetta bottiglietta di acqua. Ho già la moneta da un euro in mano. Davanti a me due ragazze, un po’ alticce per colpa del vino bianco che stanno sorseggiando come fosse wisky, di quello buono, in punta di bocca o becco non capisco, da questa angolazione pare si … Continue Reading

I SUPERPOTERI

Se esistessero i super poteri? Quelli veri intendo, non quelli da icona d’altare. Quelli super, dei super eroi, dei veri super poteri. Insomma dai pensateci, non sarebbe… come dire…super! Non saprei tra quale scegliere. Come sarebbero venduti, al banco con ricetta? Della serie ” Buongiorno, oggi mi sento bruttissima, mi occorrerebbe il potere dell’ invisibilità” … Continue Reading

PENSIERO NORVEGESE

Dopo una lunga tremenda giornata vado a far benzina. Sono in riserva da 3 giorni e appena monto in auto la spia, stanca di rimanere accesa, esce dal vetro di plastica chiedendo permesso al pulsante regola-orario e mi schiaffeggia con violenza. Subisco stoicamente. Giungo al benzinaio con l’ansia che la cosa si possa ripetere. Sento … Continue Reading

CARAMELLE, ISTRUZIONI PER L’USO

L’asfalto ha una strana forma tremolante. Come un fumo, una sfocatura. Fa caldo, ma che dico? Molto più che caldo. Un calore che ti stringe la gola e ti soffoca in petto. Una calura quasi snervante, anzi no, proprio esacerbante. Una fiamma senza fuoco circonda tutto. Automobili, marciapiede, alberi, le panchine di ferro verde smaltate. … Continue Reading

ODIOSO

Odioso, come una caccola in narice che riesci a sentire con la punta del pollice ma non riesci a cavar fuori, è colui che ad ogni cazzata detta, accompagna la risata con un applauso.

IN ALBERGO

Chiusa in una stanza. La prima goccia di sudore scivola lenta lungo la schiena. Ne segue una seconda un po’ meno timorosa e più veloce. La terza e la quarta si gettano giù dal collo come fossero all’acquapark. Mi soffio dentro la camicia. Serve a poco. Passo elegantemente una mano sulla faccia, spiaccicandomi il palmo … Continue Reading

DI LUVIA DI RADO

Mi bagno. Sempre di più. Scendono gocce rabbiose e leggere. Sono sempre più bagnata. Lo sento, mi scivola tutto addosso. Come la rugiada che accarezza petali di rosa, così quest’acqua chiara mi sfugge tra le dita. Non sono mai stata così bagnata o almeno, non qui, non ora. Mi rendo conto che stare in pubblico … Continue Reading

VA DI CULO

Ci sono più di 100 scalini. I primi due li fa sorreggendosi al bastone da passeggio. Un vecchio amico con la vernice marrone consumata e una gomma nera al piede distrutta per metà. Alza la gamba tremolante per affrontare il terzo ostacolo. La borsa scivola lungo il braccio, ondeggia intorno al polso, infila il bastone … Continue Reading

MEGLIO SINGLE CHE CON UNO CON LA MACCHINA MESSA MALE

In fila alla cassa del supermercato. La tipa che mi precede stacca lo sguardo dal cellulare, spinge il cestello con l’esterno dello stivaletto tacco 25 (sparo numeri a caso, perché per me esistono solo tre tipi di scarpe, quelle da ginnastica, i trampoli che vanno dal tacco 2 ai modelli scaleo per gli stipetti alti … Continue Reading