Da Aprile ad Ottobre puoi viaggiare su un piccolo treno azzurro che percorre la strada che separa Abano Terme da Montegrotto Terme. I bambini si divertiranno sicuramente molto ma anche gli adulti non disdegneranno il fatto di non dover trovare parcheggio per l’auto. In circa quindici minuti puoi andare da un comune all’altro e, approfittando delle fermate in pieno centro, fare una giratina all’ora del tramonto lungo le vie principali dove si svolge il passeggio.

Certo, se sei finito qui è perché vuoi approfittare delle stazioni termali alloggiando in uno delle decine di alberghi (per la maggior parte di lusso) che si trovano qui in provincia di Padova. Luoghi per lo più frequentati da coppie in cerca di relax e romanticismo, anziani in cerca di cure che allevino gli acciacchi ed escort in cerca di anziani. (Vabbè dai, concedetemi la battuta, non siate bacchettoni! É risaputo che in luoghi come questi è facile poter trovare compagnia. O forse lo era un tempo.)

Quota 1500 metri sui Monti Lissini, è lì che inizia la discesa delle acque meteoriche le quali, viaggiando nel sottosuolo ad una profondità che supera i 2000 metri, finiscono per sgorgare nei pozzi delle stazioni termali, ad alte temperature ed impreziosite da sali minerali. I fanghi di Abano sono infatti famosi per la loro azione antinfiammatoria.

A me sembra di tornare indietro nel tempo, agli splendidi anni ’90, quelli fatti di gioia, spensieratezza e libertà. Ci sono i tabacchi che espongono rastrelliere intere di giornali, giochi per bambini chiusi in buste argentate dagli svariati colori e decine di cuffie in silicone impreziosite da fiori e merletti. Ci sono le panchine sotto gli alberi in fiore e la sera, dopo cena, tutti i turisti si riversano sulla via principale per la passeggiata pre sonno, con un cono gelato in mano,  i sandali sbrilluccicanti ai piedi e il maglioncino di cotone legato sulle spalle.

É un’atmosfera che fortunatamente si è conservata in alcuni luoghi d’Italia, quei posti che sembrano un po’ decadenti, che hanno avuto sicuramente tempi migliori, ma che si confermano tra i più autentici perché, nonostante siano stati sopraffatti dalla modernità, fanno sfoggio della loro autenticità.

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *