Sulla cresta di una bassa collina nel senese si trova questo piccolo borgo dalla forma allungata, strategicamente racchiuso da mura   con all’interno case basse in mattoni rossi e pietre. Un tempo antico insediamento etrusco, arriva sino ai giorni nostri praticamente intatto, con gli antichi varchi d’accesso, le torri d’avvistamento tonde e le vie strette lastricate.

Il piccolo centro è impreziosito da belle statue in bronzo posizionate tra punti panoramici, piazze e vie defilate. Il silenzio di questo luogo invita ad una camminata lenta, rilassata, fatta di sguardi curiosi e lunghi respiri.

Come tutti i borghi della zona anche qui si può godere di tranquillità, aria pulita, buon cibo, arte contemporanea che si fonde con il sapore retrò di vecchi scorci, d’altronde, anche il Touring Club conferisce a Casole la bandiera arancione.

Parcheggiando appena sotto le mura si può accedere alla piazza principale salendo delle scale in ferro che offrono una deliziosa vista sulle campagne limitrofi, panorama che non sfugge alle decine di scrittori ed artisti provenienti da tutto il mondo che si sono succeduti in varie epoche e che non possono fare a meno di ricordare nei loro diari di viaggio quanto fosse pittoresco questo luogo come ad esempio Curzio Malaparte che descrive questi luoghi così: “…la Toscana è paesaggio magico dove tutto è gentile intorno, tutto è antico e nuovo…”

 

 

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *